La Web Reputation


Internet è un fenomeno sociale  e come tutti i fenomeni sociali si evolve: siamo passati dal web 1.0 al web 2.0 ovvero dal semplice essere in rete al collaborare e condividere informazioni online. Un vero e proprio nuovo approccio sociale di generazione e distribuzione di contenuti via web, contraddistinto da:
_ processi comunicativi aperti
_ forte decentralizzazione dell’autorità
_ libertà di condividere e riusare i contenuti stessi
In sintesi si può dire che con il web 2.0 si identifica un sistema di siti web più dinamici ed interattivi che consentono una maggiore partecipazione egli utenti attraverso forum, blog, wiki, social network, rss etc. Tutto costruito sulla logica della partecipazione e su una e vera propria “filosofia del dono” ovvero del donare contenuti agli altri: video, testi, suoni, ecc.
Tutti partecipano alla creazione della conoscenza globale e diffusa. Se dunque nell’epoca web 1.0 le pagine erano paragonabili a vetrine fisse che davano informazioni, oggi gli utenti prendono le informazioni e hanno la possibilità di modificare e riutilizzarle come vogliono.
È in questa cornice che nasce e sviluppa il concetto di reputation management: monitorare le discussioni e rispondere alle notizie negative/positive su di noi o su le organizzazioni.
Questo significa che occorre:
_ monitorare la rete
_ ascoltare la rete
_ gestire il reclamo in modo trasparente e chiaro
_ dare la giusta visibilità ai complimenti
_ accettare il rischio che ne deriva
Gestire la reputazione online non significa occuparsi del solo marchio o del logo, o del solo prodotto attraverso le tecniche di marketing.  Si definisce una gestione efficace se:
_ interpretiamo il nostro operato rendendolo usufruibile per la rete
_ verifichiamo come il nostro “messaggio” viene recepito, trasformato e rimesso in circolazione
La reputazione, che si costruisce attraverso questo modo di operare, è quindi la sintesi,  opportunamente interpretata e verificata (come detto sopra) da un singolo punto di vista, di più variabili che entrano in relazione: persone, organizzazioni, territori, etc.
La reputazione online non può essere ignorata chi ci cerca è online, chi parla o sparla è online, il nostro futuro è online. Se ieri il “passaparola” era (e in parte è ancora) importante nella diffusione delle informazioni e si caratterizzava per essere circoscritto alle cerchie sociali della persona, aveva una durata limitata nel tempo e non era tracciabile; oggi quel ruolo è assolto dalle reti sociali online ovvero i Social Network che sono molto più estese, dove il messaggio dura nel tempo e sono tracciabili.
Misurarsi con questi cambiamenti significa modificare le modalità di gestione della comunicazione che non è più controllata o gestita dall’alto, unidirezionale e non condivisa; questa diventa democratica, allargata, destrutturata, multi direzionale e multicanale. Quello che si dice su di noi influenza immediatamente proprio noi stessi proprio perché il messaggio è sempre presente e immediatamente concertato tra chi lo produce e chi lo riceve.
Fondamentale diventa quindi:
_ essere presente sui diversi canali

_ analizzare chi parla di “noi”, cosa dice, e soprattutto se influenza qualcuno

Seo Specialist Roma | P.iva 11822551005

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *